Si diceva che accumulando minutaggio avrebbe trovato continuità, ma dopo sette partite da titolare Patrik Schick non ha dato segni di vita. Problemi psicologici e caratteriali, per un ragazzo su cui pesa enormemente il carico di responsabilità di quei 42 milioni spesi e di essere di conseguenza l’acquisto più oneroso della storia del club. La bocciatura finale è arrivata contro il Genoa: in un momento in cui stava giocandosi il proprio futuro, l’allenatore ha deciso di puntare su Zaniolo prima punta piuttosto che sul ceco. Scelta piuttosto eloquente, che lascia margini per alcune ipotesi di mercato: come scrive La Gazzetta dello Sport, infatti, la Sampdoria avrebbe chiesto il classe ’96 in prestito fino a fine stagione. Fino ad ora Monchi non ha mai preso in considerazione questa ipotesi, ma molto potrà dipendere anche dalla permanenza – o meno – di mister Di Francesco.