Dzeko, oggi il test decisivo: è corsa contro il tempo per esserci con il Parma

Il bosniaco rischia comunque di saltare il rientro domenica ha pochi allenamenti sulle gambe, come lui Pellegrini e Kumbulla

di Redazione

Il Messaggero (G. Lengua) – Oggi sarà il giorno della verità per Edin Dzeko. Il bosniaco questa mattina si recherà a Trigoria per sottoporsi al tampone di controllo, dopo 11 giorni passati in quarantena da quando è risultato positivo al Covid-19 (6 novembre). Il capitano romanista, da completo asintomatico, si è ritrovato qualche giorno fa ad avere qualche linea di febbre e dolori alle ossa. Nulla di preoccupante e tutto superato, come testimoniato dagli allenamenti domiciliari che posta sui social. Se il tampone molecolare darà esito negativo, potrà cominciare l’iter per tornare ad allenarsi, sottoponendosi prima a una visita di idoneità. Fonseca però sa che probabilmente Dzeko non sarebbe comunque pronto per affrontare la sfida al Parma, vista la recente inattività. È più probabile che segua un iter graduale che lo porterà ad essere in piena forma nella trasferta di Cluj e in quella di Napoli. Lo stesso discorso vale, a maggior ragione, per i positivi romanisti che si sono aggiunti al bosniaco nei giorni successivi: Pellegrini, Kumbulla, Santon e Fazio. Chi, invece, tornerà a disposizione sono Diawara e Calafiori. Il guineano si giocherà una maglia da titolare con Cristante, per piazzarsi in coppia con Veretout in mediana. L’esterno, invece, spera in un’occasione dal primo minuto, considerando anche la condizione di Spinazzola.