Dzeko, che fatica. Il mercato, la Bosnia, gli affanni nella Roma. L’obiettivo è rinascere

Sfumata la Juve, fuori con la nazionale, appannato in giallorosso. Edin ha due obiettivi: allungare il contratto e raggiungere Pruzzo

di Redazione

La Gazzetta dello Sport (M. Cecchini) – Con la sconfitta ai rigori contro l’Irlanda del Nord, Edin Dzeko ha detto addio probabilmente all’ultimo grande appuntamento che lo attendeva con la sua Bosnia: l’Europeo della prossima estate. A questo va aggiunto il mancato trasferimento alla Juventus ed un inizio campionato non felice con la Roma, per fare il quadro completo della situazione del numero 9. Ora però l’obiettivo di tutti a Trigoria è quello di ripartire alla grande e c’è la voglia di farlo con Dzeko. Il primo passo potrebbe essere legato al contratto: si prevede un possibile nuovo accordo fino al 2023, con l’ingaggio spalmato con un anno di più. C’è poi da raggiungere il quarto posto della classifica cannonieri all-time della storia giallorossa. Con 106 reti già messe a segno, a Dzeko ne mancano soltanto 5 per agganciare sul podio Amedeo Amadei. Più difficile, ma con un altro anno di contratto non impossibile, tentare di arrivare a Pruzzo (138). Per fare questo, sarà d’aiuto ritrovare il giusto feeling con Paulo Fonseca, ricucendo un rapporto messo a dura prova dopo la sconfitta con il Siviglia.