Il Tornatora

Doppio segno X nel derby: non accadeva dal 2002-2003. Dzeko torna a colpire la Lazio dopo 9 stracittadine consecutive senza gol

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Novanta minuti di sostanziale dominio non bastano alla Roma, che spreca la chance di vincere il derby contro una Lazio spenta e mai realmente pericolosa. Il vantaggio di Dzeko e il rocambolesco pareggio di Acerbi determinano il risultato finale. I giallorossi, relativamente al campionato, tornano ad impattare in casa dopo quasi 4 mesi. L’ultima volta il 6 ottobre, 1-1 contro il Cagliari. Da allora 4 vittorie e 2 sconfitte in 6 gare interne.

Un doppio segno X tra Roma e Lazio nello stesso torneo non si verificava dal 2002-2003. All’epoca, 2-2 terminò la sfida d’andata (Delvecchio e Batistuta in gol per i giallorossi) mentre il match di ritorno si chiuse sull’1-1 con vantaggio di Stankovic e replica in extremis di Cassano. La stagione 2012-2013 era stata invece l’ultima senza nemmeno un derby vinto dalla Roma (trionfo Lazio e pareggio). Nelle 6 annate successive, Florenzi e soci erano sempre stati capaci di aggiudicarsi almeno una vittoria contro i dirimpettai cittadini: 7 su 12 in campionato, 8 su 14 prendendo in esame anche la Coppa Italia.

Ad un passo dalla tripla cifra. Edin Dzeko sale a quota 99 gol ufficiali in maglia giallorossa, 71 in Serie A. Quello di ieri è il terzo rifilato alla Lazio, dopo i due segnati nella stagione 2015-2016 tra andata e ritorno. Nelle precedenti 9 stracittadine, tutte giocate per intero, il bosniaco era sempre rimasto a secco. Il digiuno contro i biancocelesti si ferma a 862’: tanto è trascorso dal momentaneo 2-0 siglato il 3 aprile 2016 alla testata vincente che ha beffato Strakosha. Il “cigno di Sarajevo” tocca i 9 centri nell’attuale campionato: tanti quanti ne ha saputi realizzare nell’intero torneo 2018-2019.