Stefano Colantuono, allenatore dell’Atalanta, prossima avversaria della Roma, ha rilasciato a Rete Sport qualche parola sul Capitano giallorosso: “Totti è ad un punto della carriera che è talmente esperto e saggio che lo puoi mettere dove vuoi. Totti sa bene dove agire, con Spalletti giocava più avanzato ma poi tornava indietro nel cuore del gioco. Ora parte da posizione più arretrata, ma Totti dove lo metti lui gioca e segna, ricordo che a Parma ha sfiorato il gol con due conclusioni da fuori“. In merito al match di sabato in programma allo stadio Olimpico alle ore 18.00, Colantuono ha dichiarato: “La Roma è un progetto che necessità di tempo, c’è stato un cambio di giocatori giovani e ci vuole pazienza prima di vedere il gioco di Luis Enrique che fa bene a credere nelle sue idee, i risultati possono arrivare solo con il tempo. La Roma è una squadra che per caratteristiche tende a farti abbassare; noi abbiamo sempre iniziato con un 4-4-1-1. Ora valuterò la formazione migliore: Gabbiadini è un giocatore più potente, Moralez ha più agilità, ci sono più soluzioni“.

Infine, su Osvaldo: “Osvaldo è un gran bell’acquisto. Lo allenai a Bergamo il nostro primo anno e si vedeva che aveva delle doti. All’inizio si allenava solamente, per un problema di transfert, e si vedeva che aveva tanta voglia e appena è stato a disposizione nel finale di campionato è anche andato in gol“.