1allenamento-roma-tre-fontane-tifosi-salah-emerson-palmieri

Il Tempo (A. Serafini) – Cresce la speranza, senza troppe aspettative. A Trigoria però si attenderà il prossimo weekend per valutare i progressi registrati da Mohamed Salah, ansioso di tornare in campo dopo la lesione alla caviglia subita in allenamento giovedì scorso. Smaltito lo spavento iniziale di uno stop più lungo (la società ha fissato i tempi di recupero in 21 giorni) adesso l’egiziano è convinto di poter bruciare le tappe mettendo nel mirino la super sfida di Torino con la Juventus in programma il prossimo 17 dicembre. Tra venerdì e sabato lo staff medico valuterà le condizioni del ragazzo e la successiva possibilità di riprendere gradualmente gli allenamenti. Stringerà i denti, ma proverà ad esserci anche Paredes, convinto di poter guadagnarsi almeno un posto in panchina contro i bianconeri. Dopo aver superato con successo il primo scalino del derby, il percorso all’orizzonte è ancora pieno di insidie. Prima di pensare al Milan e alla Juventus però, Spalletti dovrà sbrigare l’ultima pratica in Europa League. Giovedì in terra romena,il tecnico è intenzionato a rivoluzionare modulo e formazione.

Contro l’Astra Giurgiu spazio al portiere di coppa Alisson, supportato dal ritorno difensivo di Vermaelen e Juan Jesus e dall’inserimento del giovane Seck. Senza Mario Rui (sarà inserito nella lista Uefa a gennaio) toccherà nuovamente a Emerson Palmieri: dopo aver raggiunto la dodicesima presenza stagionale nel derby, il brasiliano verrà riscattato obbligatoriamente in estate per 2 milioni. Con la sicurezza di aver già conquistato il primato nel girone, Spalletti potrà affidarsi al nutrito gruppo dei Primavera che verranno aggregati al gruppo. Marchizza e De Santis sperano di bagnare l’esordio, così come Spinozzi e Frattesi, in cerca di un posto a centrocampo al fianco di Gerson e Strootman. Totti e Iturbe guideranno l’attacco insieme ad El Shaarawy, pronto a scendere in campo per almeno un tempo in vista del prossimo delicato impegno con il Milan.