Il Tornatora

Caso stadio, la Raggi replica

di Redazione

La replica di Virginia Raggi a Francesco Sanvitto arriva attraverso le parole di uno dei suoi legali, Emiliano Fasulo, secondo cui l’accusa di abuso di ufficio che ha colpito la sindaca per la vicenda dello stadio della Roma è destinata a sgonfiarsi. Il fascicolo è stato aperto nel giugno del 2018 in seguito a un esposto presentato dall’architetto e urbanista, in passato vicino al M5S. Secondo Sanvitto la Raggi è rea di aver pubblicato il progetto dell’impianto, già approvato dalla Regione Lazio nella conferenza dei servizi, prima di ottenere il via libera del Consiglio comunale per favorire Eurnova e quindi Parnasi. “Se non si arriva in Consiglio il progetto non diventa mai esecutivo, quindi è evidente che non si può bypassare l’approvazione del Consiglio, ha detto Fasulo a Radio Radio, commentando la decisione del gip di richiedere ulteriori approfondimenti. “In realtà il Campidoglio ha deciso di applicare una procedura più trasparente e corretta scegliendo anche la “pubblicità” degli atti, cosa che non era dovuta. I pm hanno già le idee chiare, tant’è che hanno chiesto l’archiviazione. Lo riporta il Corriere dello Sport.