Il Tornatora

Cambia l’identikit: salgono Fonseca e Mihajlovic

di Redazione

Diciamo la verità: per essere il prossimo allenatore della Roma occorre ambizione ed anche un parecchio coraggio. Primo identikit: carattere forte, impermeabilità alle polemiche, capacità di lavorare sodo sul campo e di galvanizzare lo spogliatoio quando occorre. Più o meno la pista che potrebbe portare a Sinisa Mihajlovic. Il secondo profilo, invece, potrebbe essere di segno diametralmente opposto. Ovvero, così lontano dalla realtà romana da potersi permettere il lusso d’ignorare completamente tutto quello che è avvenuto fino a questo momento. Questa pista porta a Paulo Fonseca, il portoghese che da anni è alla guida dello Shakhtar Donetsk. Tutto questo non significa che le alternative siano meno stimate. Vengono seguiti con grande interesse Roberto De Zerbi, Marco Giampaolo e Rino Gattuso, tutti e tre in grado di produrre calcio e far crescere i giovani. Il loro problema, eventualmente, è quello di doversi inserire in un ambiente difficile come quello della Roma nel peggiore dei momenti, con i tifosi sul piede di guerra contro la proprietà e la dirigenza. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.