L’agente di Kalinic: “Nikola sta bene a Roma e vorrebbe rimanere, ma prima facciamo finire questa situazione”. Il riscatto però si allontana

di David Moresco

Pagine Romaniste (D.Moresco)Il futuro di Nikola Kalinic è un rebus. Per tenere l’attaccante la Roma dovrebbe versare 9 milioni di euro nelle casse dell’Atletico Madrid, dopo averne già sborsati 2 per il prestito oneroso. L’inizio di stagione, complice anche l’infortunio al perone (saltate 7 partite tra ottobre e novembre), non è servito a sciogliere i dubbi di Petrachi su un attaccante che già l’anno scorso in Spagna aveva avuto diverse difficoltà (4 gol in 1090′). Kalinic, offuscato dall’ombra di uno Dzeko tuttofare, non è riuscito a ritagliarsi il suo spazio e le nuvole sulla sua testa si son fatte sempre più grigie, salvo qualche schiarita (2 gol in 498′).

L’unica prestazione degna di nota, che lascia un barlume di speranza, è quel Cagliari-Roma del 1 marzo, prima dello stop definitivo al campionato, dove l’attaccante ha realizzato due gol e portato la squadra alla vittoria. Il suo procuratore, Tomislav Erceg, ci ha spiegato che il ragazzo “sta bene a Roma” e riguardo il futuro “chi può sapere del riscatto in questa situazione”. Ma qual è la volontà di Kalinic? “Vuole rimanere, ma bisogna vedere, non si sa quando finirà questa crisi e quando si potrà tornare a giocare”. Gli chiediamo, a questo punto, se la cifra del riscatto può essere abbassata di qualche milione, complice anche la scadenza del suo contratto con gli spagnoli nel 2021. Le spunte di WhatsApp diventano blu, ma non c’è risposta. Amen.