Calafiori sa come si riparte. Ora spera di stare con i grandi

È rientrato un anno fa dopo un grave infortunio: il terzino della Roma è maggiorenne, Fonseca potrebbe utilizzarlo nel finale di stagione

di Redazione

La Gazzetta dello Sport (C.Zucchelli) – Per salutare il suo idolo De Rossi, Riccardo Calafiori, ha scelto le parole di una canzone che si chiama “Buon viaggio” e lui di viaggi se ne intende. Quello più difficile l’ha visto volare negli USA dopo il terribile infortunio alla gamba del 2018. Non solo c’era chi prevedeva che la sua carriera fosse a rischio, ma anche chi pensava ad una vita con perenni dolori alla gamba. Niente di tutto questo. Tornato in Italia si è rimesso sotto e lo scorso luglio la Roma gli ha rinnovato il contratto fino al 2022 e lui è riuscito a rientrare in campo. A Trigoria vorrebbero blindarlo, i rapporti col suo agente, Mino Raiola, sono ottimi, ma attenzione all’interesse che si sta creando attorno al terzino. Piace al PSG e al Liverpool, mentre in Italia Juventus ed Inter sono alla finestra. Il ragazzo, comunque, spera di giocarsi le proprie carte con Fonseca visto che a sinistra c’è necessità. Nella Primavera mister Alberto De Rossi gli ha sempre fatto sentire la sua fiducia.