Il Romanista – Baldini il 15 è qui. Il fondo di Pallotta: Daje Roma!

di Redazione

Anche l’ultimo tassello, uno dei più preziosi dell’intero mosaico, sta per andare al suo posto. Franco Baldini, che ieri era al White Hart Lane per Tottenham-Arsenal e che oggi festeggerà 51 anni, verrà a Roma il 15 ottobre. Verrà per restare. Verrà per assumere la direzione generale (ma c’è chi dice la vicepresidenza). Verrà per rivestire quella carica che già da mesi di fatto ricopre. Verrà per rendere questa società ancora più forte. Ci siamo, quindi. L’Inghilterra, di cui Baldini è team manager, giocherà con il Montenegro venerdì. È il suo ultimo incontro sulla strada per Euro 2012. Alla Regina piacendo, si qualificherà come prima del girone G. Anche se c’è sempre l’eventualità, in caso di sconfitta, che la nazionale di Vucinic la raggiunga in testa vincendo anche la partita successiva, l’11 ottobre con la Svizzera. A Baldini cambia relativamente poco. Certo, se per assurdo l’Inghilterra dovesse chiudere al secondo posto, sarebbe costretta a passare attraverso le Forche Caudine degli spareggi. Magari, per Baldini significherebbe dover fare di nuovo su e giù con Londra un altro paio di volte. Primo, è un’ipotesi al momento difficilmente realizzabile. Secondo, è un problema che semmai si porrà più avanti.
La data del suo sbarco romano, ripetiamolo, c’è. È il 15 ottobre. È quasi superfluo sottolineare l’importanza di Baldini in questo progetto. DiBenedetto lo ha scelto un anno fa. Era pieno autunno. Il futuro dg romanista accettò la sfida. Una sfida tosta da vincere. Resterà nella nostra storia quel super- vertice organizzato a Roma, allo studio legale Tonucci, lo scorso 17 giugno. A dieci anni esatti da quello scudetto che portava la sua firma. Baldini pose quel giorno la prima pietra della piramide giallorossa. Furono gettate le basi di un edificio solidissimo. Lassù in cima non c’è solo DiBenedetto.
I suoi soci partecipano dagli Stati Uniti alla vita della società. Prendete Pallotta. Ieri, sul profilo Twitter del RaptorAccelerator Fund, l’hedge fund che fa capo a Mr James, è stato dedicato un “tweet” alla Roma: «Daje Roma! Patience, patience everyone. How to explain we are at the very beginning? Step by step…». «Daje Roma! Abbiate tutti pazienza. Come spiegare che siamo solo all’inizio? Passo dopo passo…». I puntini di sospensione non sono casuali. Sono scaramantici pure a Boston. Ma chiudete gli occhi e immaginate cosa può fare, dove può arrivare, la Roma che sabato sera ha mandato in bambola la difesa dell’Atalanta. Immaginate.
Il Romanista – Daniele Galli