Corriere Dello Sport (R.Maida) – Meno uno al raduno, Monchi si prepara a cambiare passo. Aspettando l’ufficializzazione di Rüdiger al Chelsea la Roma ha strappato il sì di Defrel e di Lucas, tutti e due ovviamente vincolati all’accordo con le rispettive società, ed è vicinissima al giovane difensore argentino Foyth.

MANOVRE – Per Lucas, principale obiettivo societario dell’attacco nonostante il debole di Eusebio Di Francesco per Berardi e un interessamento per Thauvin del Marsiglia che si scontra con il veto di Garcia, Monchi ha già contattato il suo ex allenatore Emery, dal quale ha saputo che il giocatore è in vendita. Il prezzo del Psg si aggira sui 30 milioni mentre Lucas, che ha due anni di contratto, potrebbe accettare un quadriennale da 3,5 milioni compresi i bonus facili. Ma a spianare la strada verso le firme potrebbe essere, udite udite, Kostas Manolas, che secondo alcuni media francesi è entrato nel mirino del Psg. Posto che alla Roma non è arrivata alcuna offerta, Manolas non appartiene alla lista degli incedibili, neppure dopo la perdita di Rüdiger. A seguito del clamoroso rifiuto allo Zenit, Monchi è disposto ad accompagnarlo all’uscita purché si presenti un altro club con una proposta congrua: non inferiore quindi a 30 milioni, guarda caso il prezzo di Lucas. Nel calcio contemporaneo gli scambi alla pari sono un’utopia, a meno che non siano propedeutici a un artifizio finanziario, ma è evidente che una trattativa sarebbe più facile da intavolare se il Psg fosse seriamente interessato a Manolas.

SASSUOLO – Intanto, è partita la negoziazione per Defrel. Con un presupposto fondamentale, la preferenza del calciatore per la Roma. Il Sassuolo ha ricevuto una buona promessa dal Leicester, che investirebbe oltre 20 milioni. Ma Defrel ha tranquillizzato Monchi attraverso i suoi manager: è disposto a rinunciare alla Premier League per giocare in Champions. La Roma lavora con i suoi giovani per raggiungere un’intesa: va ancora definito il trasferimento del difensore Marchizza e del centrocampista Frattesi, valutati complessivamente 8 milioni.

DIFESA – E siccome Manolas non dà e non ha sicurezze sul futuro alla Roma, Monchi ha alzato il periscopio per consegnare a Di Francesco uno o due centrali difensivi, oltre al terzino sinistro che dovrà sostituire numericamente Mario Rui ormai a un passo dal Napoli. E’ viva la trattativa con l’Estudiantes per il baby Foyth, così stimato sul mercato internazionale da essere valutato oltre 10 milioni. L’intervento delle ultime ore dello Zenit, a sua volta scottato dal no di Manolas, non ha alterato la convinzione di Monchi, che ritiene di avere in pugno il giocatore. Si dovrebbe chiudere intorno ai 9 milioni. Ma gli ingressi a Trigoria nel reparto potrebbero non finire qui. Per questo alla Roma vengono accostati tanti nomi di difensori, dall’uruguayano Lemos (Las Palmas) fino al belga Engels del Bruges, che fino alla scorsa settimana era sotto il controllo del Chelsea che poi ha deciso di puntare su Rüdiger. La sensazione è che su questo secondo fronte ci vorrà pazienza: molto dipende dal mercato e dalle esigenze dei calciatori attualmente in rosa, compreso Fazio che della difesa a quattro pensata da Di Francesco non sarà il comandante insostituibile. E’ in uscita anche Iturbe, mentre Bruno Peres e Juan Jesus, pure considerati ridondanti, non hanno per il momento ricevuto proposte interessanti.