Scatta poco prima delle 16 di questo pomeriggio l’operazione derby, quando a Trigoria la Roma si ritroverà per riprendere gli allenamenti in vista della sfida di domenica. Come di consueto dopo la giornata di riposo, la squadra sosterrà una sola seduta, anche perché il grosso del lavoro atletico arriverà domani mattina nel primo dei due allenamenti in programma. Difficile che Zeman possa avere a disposizione il gruppo al completo già oggi, visto che spesso alla ripresa la squadra si divide quasi a metà fra campo e fisioterapia.

Tutte da valutare sono piuttosto le condizioni di Maarten Stekelenburg, assente contro il Palermo per via del problema muscolare che l’ha costretto a lasciare il campo mercoledì scorso al Tardini. Oggi il portiere sarà nuovamente visitato dallo staff medico e si comincerà a capire se il tecnico riuscirà a recuperarlo per mandarlo fra i pali contro la Lazio. Nel caso non dovesse farcela, al suo posto giocherà di nuovo Mauro Goicoechea, dopo il positivo esordio all’Olimpico. Sempre in difesa, da verificare anche le condizioni di Castan, che tuttavia dovrebbe aver smaltito l’affaticamento muscolare che gli ha fatto saltare il Palermo e, salvo imprevisti, domenica dovrebbe tornare titolare accanto a Marquinhos.

A sinistra Balzaretti aspetta il suo primo derby ed è favorito su Dodò, mentre a destra dovrebbe essere confermato Piris, in vantaggio su Taddei. Capitolo centrocampo. Contro la Lazio tornerà Daniele De Rossi, fermato da un problema alla caviglia rimediato in allenamento e che l’ha costretto a guardare (ed esultare) dalla panchina la partita con il Palermo. Oggi le sue condizioni verranno nuovamente valutate, ma di certo farà di tutto per non mancare una partita fondamentale come quella che aspetta la Roma domenica pomeriggio. Si prepara al suo primo derby in Serie A Alessandro Florenzi, mentre la terza maglia e relativo posto davanti alla difesa dovrebbe toccare nuovamente a Tachtsidis, altro esordiente.

Difficile fare previsioni, anche perché la buona prova di Bradley e il rientro di Pjanic fanno del centrocampo il reparto in cui la concorrenza è più agguerrita. Diverso il discorso dell’attacco, dove la squalifica rimediata da Destro per il secondo giallo che ha punito l’esultanza per il primo gol in giallorosso ha di fatto sciolto ogni dubbio: anche contro la Lazio, il tridente titolare sarà formato da Osvaldo, Lamela e Totti, a caccia del gol numero 220. Sempre con la stessa maglia, naturalmente.
Il Romanista – V. Meta