Il Tornatora

A casa sua, Totti si è insediato ufficialmente a Trigoria

di Redazione

Corriere dello Sport (R.Maida) – Un atterraggio morbido prima del decollo. Aspettando di seguire la squadra a Bergamo, come ha detto di voler fare, Francesco Totti si è ufficialmente insediato a Trigoria per cominciare la sua nuova vita da dirigente. L’ufficio già c’era, con la collezione di maglie e altri effetti personali che nessuno ha mai pensato di violare. Adesso Totti è in fase di studio, in cerca di un equilibrio delicato che arricchisca la Roma: partecipare fornendo un contributo senza essere ingombrante.

LA VISIONE – E a proposito di studio, ieri Totti è andato davvero a lezione: insieme con gli altri dirigenti e a tutta la squadra, si è accomodato nella sala conferenze ascoltanto il professor Rosetti. Sì, l’ex arbitro internazionale che oggi è responsabile italiano del Var, la rivoluzionaria moviola in campo che verrà applicata dalla prima giornata di campionato del prossimo weekend. Rosetti ha spiegato nel dettaglio i meccanismi operativi, il funzionamento della tecnologia, illustrando quali siano i casi in cui potrà essere utilizzato dagli arbitri. Totti ha poi scherzato con l’arbitro torinese, che gli mostrò un ingiusto cartellino rosso in un Inter-Roma di 12 anni fa, quello ricordato per il meraviglioso cucchiaio in corsa a Julio Cesar.

PROGRAMMA – Vestito casual, con una camicia verde scura, Totti ha avuto un colloquio con Monchi e anche con De Sanctis, che sta vivendo un momento psicologicamente simile avendo appena lasciato il calcio giocato. Al termine della giornata Totti è tornato a Sabaudia dalla famiglia. E’ possibile che si presenti per qualche ora a Trigoria anche oggi, per poi accompagnare la prima Roma di Eusebio Di Francesco al debutto contro l’Atalanta. La settimana prossima invece sarà sicuramente a Montecarlo per ritirare il premio alla carriera assegnatogli dal presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin. E con l’occasione assisterà anche alla cerimonia del sorteggio di Champions League della Roma

LA SFIDA – Ieri intanto è stato giocosamente sfidato da un altro ex campione, Zibì Boniek, che ha pubblicato un video nel quale lancia il pallone come Totti aveva fatto a Ponza: era inevitabile, quel gesto tecnico sta diventando il trend dell’estate.