zabaleta

Corriere dello Sport (G.D’Ubaldo) – Pablo Zabaleta è pronto a dire sì alla Roma. Il difensore argentino che sta per lasciare il Manchester City è il primo obiettivo per la fascia destra e si fa preferire ad altri profili perché è in grado di ricoprire più ruoli. Zabaleta non sembra rientrare nei piani del nuovo allenatore Guardiola e Sabatini ha fatto una proposta ufficiale al giocatore, in attesa di trattare con il Manchester, con il quale i rapporti sono buoni, avendo concluso negli ultimi anni le operazioni di Maicon e Dzeko. Spalletti ha ravvisato la necessità di aggiungere esperienza al reparto arretrato. La Roma ha offerto al giocatore un triennale da tre milioni a stagione, bonus compresi. Zabaleta intende guadagnare quei soldi, la differenza è sui bonus. Il Manchester si accontenta di tre milioni per la sua cessione. Il nodo al momento è la commissione per i suoi agenti, che arriva ad altri tre milioni. Una cifra enorme, che fa lievitare il prezzo del giocatore, che all’Olimpico è stato protagonista nella scorsa Champions League, con un gol che è valso la qualificazione per il City e l’eliminazione della Roma. Zabaleta ha trentuno anni, farebbe volentieri un’esperienza in Italia, dopo otto stagioni a Manchester, dove è arrivato nel 2008. Con il cambio in panchina l’argentino è entrato nell’ordine di idee di considerare conclusa la sua avventura inglese.

BADELJ: CONFERME – Dejan Joksimovic, l’agente di Milan Badelj, il centrocampista croato della Fiorentina che piace a Spalletti, è tornato a parlare del suo assistito. Siccome lo ha fatto a Firenze, questa volta i toni sono meno forti riguardo l’ipotesi di una sua partenza. Ma Joksimovic ha tenuto il punto: «Sto lavorando per migliorare la condizione del ragazzo. Il calciatore ama Firenze e la squadra, ma in questo momento ci sono tre o quattro società europee che possono offrire un contratto molto migliore di quello attuale. Anche in Italia abbiamo ricevuto apprezzamenti. Badelj non cambia per una squadra come la Fiorentina ma soltanto per un grandissimo club. Se la Fiorentina vuole cedere Milan, lo cede. Il prezzo del suo cartellino sta crescendo». La Roma non vuole fare un altro braccio di ferro con la Fiorentina dopo l’affare Salah. Ma monitora la situazione del croato, che potrebbe rompere con il club viola, visto che ha rifiutato più volte il rinnovo del contratto e il suo procuratore ha detto che al novanta per cento non lo prolungherà. Per il centrocampo giallorosso in pole comunque resta Georginio Wijnaldum, l’olandese del Newcastle. E’ il giocatore di qualità che possa colmare il vuoto lasciato da Pjanic. L’olandese ha chiesto di essere ceduto dopo la retrocessione del Newcastle e Strootman gli ha parlato molto bene della Roma.

SCHICK – Sabatini ha parlato con il procuratore di Patrik Schick, il centravanti dello Sparta Praga, che è già partito in ritiro con la sua squadra. Il direttore sportivo della Roma ha detto che entro tre giorni formulerà un’offerta ufficiale per il giocatore, che Sabatini vuole portare in giallorosso. Ha dato a Spalletti alcuni video del ragazzo, per cominciare a studiarlo, in attesa di portarlo in ritiro a Pinzolo. La Samp, che era convinta di chiudere per l’attaccante, ormai è fuori.

DIFENSORI – Lo slovacco Gyomber, appena riscattato dal Catania, potrebbe essere ceduto al Pescara. In attesa di trovare un forte centrale mancino, Sabatini ha sondato un altro difensore per la panchina. Si tratta di Filip Helander, classe ‘93, del Verona.