Vinte solo 7 gare esterne su 23 in stagione. La Roma ha subito 41 gol su 66 nei secondi tempi, il 62%

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Dall’illusione del trionfo alla paura di perdere, passando per un pareggio amaro subito in pieno recupero. La Roma, nell’arco di 10 minuti, fa e disfa a Marassi conquistando un punticino che serve a poco nella rincorsa al 4° posto Champions. I giallorossi danno seguito perlomeno alla striscia positiva in casa del Genoa: 3 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 5 sfide. La sconfitta manca dal 18 maggio 2014.

La Roma conferma il pessimo rapporto con le gare esterne. Dzeko e soci, infatti, ne hanno vinte appena 7 su 23 in tutte le competizioni, il 30%, oltre a 6 pareggi e 10 sconfitte, con 28 reti all’attivo e 38 al passivo. Relativamente al campionato, i giallorossi hanno rimediato appena 24 punti in 18 trasferte, frutto di 6 successi, 6 pari e 6 ko. Dei 66 gol subiti da inizio anno, ben 41 (il 62%) sono maturati nei secondi tempi. Solo 24 nei primi, più uno nei supplementari (in Champions contro il Porto). Le reti incassate nell’ultimo quarto d’ora sono 16, ben 9 dopo l’85’. Nelle ultime 5 gare, la Roma non ha mai subito più di un gol ed è imbattuta nei primi tempi. L’ultimo graffio avversario nell’arco dei primi 45’ risale al 3 aprile, nel match interno contro la Fiorentina conclusosi sul 2-2. Autore, German Pezzella al 12’.

Vola Faraone vola. Stephan El Shaarawy non si ferma e contro i liguri di Prandelli firma il suo 11° gol stagionale, tutti realizzati in campionato, confermandosi il miglior bomber romanista in Serie A. Per il numero 92 sono 6 i centri casalinghi e 5, invece, gli acuti messi a segno fuori casa, 4 dei quali siglati nel 2019 (contro Atalanta, Chievo, Inter e Genoa). Tra l’altro, ElSha si dimostra nuovamente letale nei confronti della sua ex squadra, affondata a Marassi con la maglia della Roma già nel 2015-2016 e nel 2017-2018. Gloria, in parte, anche per Antonio Mirante, che para il suo 14° rigore nella massima serie: l’ultimo risaliva ad un Bologna-Lazio 1-2 del 25 ottobre 2017. Vittima, Ciro Immobile. Dal 28 aprile 2018 (Roma-Chievo 4-1) un estremo difensore giallorosso non intercettava un penalty. In quell’occasione Alisson fermò Roberto Inglese.