Il Tornatora

Verde: “Totti il miglior capitano del mondo. Il calcio italiano è molto fisico e per me non va bene”

di Redazione

Daniele Verde si è trasferito in prestito al Valladolid e ha detto più volte di voler rimanere in Spagna. Oggi al quotidiano iberico El Norte de Castilla ha raccontato del suo periodo romano e di come ritenga Francesco Totti il miglior capitano del mondo. Queste le sue parole:

“A Napoli non c’era molto lavoro. C’è tanta disoccupazione e i bambini iniziano a giocare nelle strade con una palla di carta. Sono entrato in un piccolo club a 7 anni per iniziare a giocare e divertirmi. Non mi piaceva lavorare duro. Quello che mi piaceva era la palla e allora Troiani mi afferrò per un braccio e mi disse ‘Vieni con me al Pigna’. Montella mi ha detto che mi avrebbe fatto giocare come ala. Totti è fantastico, è stato il miglior capitano del mondo. Una persona umile e con buoni principi. Il calcio italiano è molto fisico e, naturalmente, non va bene per me che sono piccolo. Qui giochi più con la palla ed è più divertente. Lo adoro “.