Pagine Romaniste

Tutti gli uomini di Friedkin. A gennaio un colpo di mercato

di Redazione

Dan Friedkin è pronto, la Roma è la sua nuova sfida. L’obiettivo è sfruttare un oneroso aumento di capitale di circa 150 milioni, cercando di arrivare a qualcosa di più, cercando di transare con la Uefa, al fine di sfiorare il fair play finanziario. Il primo passo è arrivare al closing societario prima della fine di gennaio, in questo modo la nuova proprietà sarebbe già operativa nel mercato invernale. L’idea è aggiungere al pacchetto difensivo Smalling-Mancini, un altro centrale. Riguardo l’organigramma societario, Friedkin non ha in mente rivoluzioni repentine, anzi, gran parte della struttura rimarrà così per almeno due anni. Le uniche entrate saranno quelle di due uomini di fiducia del proprietario e del figlio Ryan, il quale studierà da manager sportivo dal Ceo della Roma, Fienga. James Pallotta invece dovrebbe tenere una quota di minoranza del pacchetto, sia per l’investimento stadio, sia per garantirsi un’opzione di rivendita vantaggiosa della quota minoritaria. Dan Friedkin sta già lavorando per il futuro e tra pianificazioni interne e di mercato, avrà da lavorare anche sul progetto stadio; l’obiettivo è ottenere il via libera alla costruzione da parte del Comune. Un ritorno di Totti e De Rossi con Friedkin? Niente da fare, ora come ora, non è una priorità. Lo riporta La Repubblica.