Corriere dello Sport (F.Schito) – La Roma Primavera prova a voltare pagina dopo l’ultima sconfitta in campionato sul campo del Bologna. Questa sera (diretta ore 20.45 su Sportitalia) i giallorossi affronteranno la Virtus Entella al Comunale di Chiavari nella gara di andata della finale di Coppa Italia. Alberto De Rossi e i suoi hanno imparato a conoscere bene i liguri nell’ultimo anno: prima lo scontro nei quarti delle Final Eight vinto dai giallorossi, poi le due sfide in questo campionato, che ha visto l’Entella nel girone C in seguito alla riforma del torneo. Tumminello e compagni hanno ospitato i ragazzi di Castorina in occasione della prima giornata di campionato al Di Bartolomei di Trigoria perdendo 3-2, stesso risultato con cui si sono poi “vendicati” a Chiavari.

DISTANZE – Il primo ko all’esordio aveva fatto bene ai giallorossi, capaci di ripartire infilando una serie di risultati positivi. Poi invece la sconfitta nello spareggio di Youth League al Tre Fontane contro il Monaco ha segnato l’inizio del momento nero dei campioni d’Italia, ora terzi in classifica in campionato proprio con la squadra ligure alle costole, quarta a sole due lunghezze di distanza. Per De Santis e compagni sarà fondamentale concentrarsi su una gara che vale un pezzo di trofeo e lasciarsi alle spalle tutti i problemi del campionato. Castorina dovrà invece prestare agli eccessi comportamentali dei suoi: sono infatti 9 i giocatori in diffida che rischiano in vista del ritorno del 21 aprile allo stadio Olimpico. Un luogo che rievoca bei ricordi per la Primavera giallorossa, che nello scorso ottobre ha alzato di fronte al proprio pubblico la Supercoppa Primavera.

SCELTE – Il tecnico romanista, Alberto De Rossi, dovrà fare a meno dell’infortunato Bordin che probabilmente verrà sostituito da Grossi a centrocampo con capitan De Santis spostato al centro della difesa al fianco di Marchizza e Anocic a destra. In attacco il tridente pesante composto da Tumminello, Soleri e Keba e a centrocampo, ai lati di Grossi, Frattesi sulla destra e Spinozzi sulla sinistra. Chi non ha alcuna intenzione di mancare è Lorenzo Crisanto tra i pali: «Pensavamo di esserci risollevati un pochino dopo il periodo no ma è arrivata un’altra sconfitta. Ora abbiamo una grandissima opportunità per iniziare bene la terza parte della stagione – le parole del portiere giallorosso ai microfoni di Roma Tv -, vogliamo fare del nostro meglio. L’Entella è una squadra forte, la cosa da temere più di tutte è il loro contropiede con i tre giocatori d’attacco che sono molto bravi». L’obiettivo è chiaro, alzare un altro trofeo: «Andiamo a Chiavari per fare risultato, vogliamo mandare un segnale forte e chiaro a tutti dopo la sconfitta col Bologna. La gara di ritorno sarà diversa, ci sarà la nostra gente: ora pensiamo a fare risultato».