Stadio Olimpico, il questore di Roma vara un nuovo modello per la sicurezza: curve ridotte da 8.700 a 7.500 posti. D’Angelo: “La situazione era inaccettabile”

General Views of Italy Sporting Venues

Il questore di Roma Nicolò D’Angelo ha firmato l’ordinanza di servizio che contiene il «Modello Organizzativo per la sicurezza degli incontri di calcio» già condiviso in Prefettura in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica. I particolari saranno illustrati nella conferenza stampa che si terrà in data odierna alle ore 11.00 presso la Sala Cocola (V piano) della Questura, in via di San Vitale n.15.

«A partire da quest’anno lo stadio Olimpico avrà le curve ridotte. Si passa da 8.700 posti a 7.500 posti».

Circa mille posti in meno per i tifosi allo stadio Olimpico di Roma. A partire da quest’anno le curve saranno ridotte, dagli 8.500 posti ‘ufficialì si scenderà a 7.500. La novità è stata annunciata dal questore di Roma, Nicolò D’Angelo, presentando l’ordinanza sul nuovo modello organizzativo per la sicurezza degli incontri di calcio. «Allo stadio Olimpico c’è la necessità di ridurre lo spazio delle curve per motivi di ordine e sicurezza pubblica – ha spiegato il questore- La situazione è inaccettabile, le scale di accesso sono piene di tifosi che dai loro posti non vedono, non si può intervenire se uno spettatore si sente male, non può passare neanche un barelliere e ci sono continui scavalcamenti di settori a causa del sovraffollamento, quindi c’è un pericolo per la sicurezza».

 

AdnKronos

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A