Il Tornatora

Stadio della Roma. Il Comune riapre la porta: “Riprenderemo gli incontri”

di Redazione

Avanti piano, ma avanti. L’aria che tira intorno al Campidoglio sembra diversa per la Roma sul fronte del nuovo stadio che dovrebbe nascere a Tor di Valle. Non è un caso che ieri l’assessore allo Sport Daniele Frongia si sia esposto. “La volontà politica del Campidoglio è di andare avanti – ha detto a Teleradiostereo – . A breve ci saranno dei nuovi incontri per riprendere l’iter“. Chi può solo esultare se il Campidoglio sbloccherà la vicenda è anche Eurnova, la società di Parnasi che possiede i terreni su cui dovrebbe sorgere l’impianto. Fin quando infatti il Comune non darà l’ok definitivo al progetto, il presidente Pallotta non pagherà i 7 milioni di anticipo per l’area, che a saldo arriverà a costarne circa un centinaio.  Adesso i proponenti si aspettano a breve una nuova convocazione per licenziare prima la Convenzione Urbanistica e poi la Variante al Piano Regolatore. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.