Il Tornatora

Stadio della Roma, 12 a processo e il sovrintendente rischia il posto

di Redazione

Si aprirà il 5 novembre il processo per il sistema corruttivo che si è scatenato intorno al nuovo stadio della Roma. Il gup capitolino ha rinviato a giudizio 12 soggetti, indagati per corruzione, finanziamenti illeciti e associazione a delinquere. Finisce davanti al tribunale anche il capo di questo sistema, Parnasi, convinto che l’unico modo di arrivare alla costruzione finale era quello di pagare tutti a suon di mazzette, e così ha fatto. A processo anche il sovrintendente, immediatamente sospeso dal servizio e dall’incarico dal ministero. Lo riporta La Repubblica.