Stadio, corsa contro il tempo della Raggi

Il Tempo (F. M. Magliaro) – La foto con la prima pietra dello Stadio della Roma potrebbe farla il nuovo sindaco, se la Raggi e i suoi non si sbrigano: le elezioni per eleggere il successore di Virginia a Palazzo Senatorio sono a giugno 2021 e se il sindaco e i 5Stelle intendono realmente utilizzare lo Stadio come oggetto di campagna elettorale, il tempo è davvero minimo. In attesa che i consiglieri comunali 5Stelle, dopo quattro anni di governo della città e un numero elevatissimo di incontri tecnico/politici, decidano, forse lunedì, di dare il via libera per portare alla votazione finale il progetto Stadio della Roma, piovono dichiarazioni politiche e si può iniziare a tracciare un potenziale cronoprogramma. Ci sono due ipotesi, quella di riuscire a chiudere tutto entro la prima metà di settembre (la più ottimistica) e quella di chiudere entro novembre (la meno ottimistica). Andare oltre è poco pratico, visto che a dicembre inizia la sessione di bilancio.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A