Il Tornatora

Spalletti: «Su Icardi era rigore»

di Redazione

Una serata senz’altro particolare per Luciano Spalletti. Ha ritrovato la squadra che l’ha consacrato al grande pubblico nella prima esperienza romanista, e che poi ha condotto a un passo dalla Juve due stagioni fa. A fine partita è entrato nel dettaglio del rapporto con Totti: «Lo avrei salutato volentieri. Però lasciatemi dire due cose, perché ci sono due grandi errori. Punto primo, io non l’ho mai fatto smettere come dice qualcuno. La società sapeva da inizio stagione che sarebbe stato il mio ultimo anno a Roma, quindi lui avrebbe potuto continuare. Invece ha deciso di smettere. Io non l’ho mai mandato via da Trigoria, quel giorno (prima di un Roma-Palermo, ndr) gli ho detto che non lo avrei portato in panchina, non di andarsene a casa. E c’erano i testimoni anche della società. Fu lui a decidere di abbandonare il ritiro e di andarsene a casa». Archiviato il pensiero sull’ex Capitano, ha tuonato sugli episodi dubbi: «Rocchi ha diretto molto bene secondo me e ha avuto ragione pure nell’allontanarmi, per come ho reagito effettivamente me la sono meritata. Però era talmente allettante quella ripartenza che insomma… Rivedendo gli episodi, sul contrasto D’Ambrosio-Zaniolo era giusto andare alla Var, ma c’è anche un fallo clamoroso di Manolas su Icardi». Lo riporta La Gazzetta dello Sport.