Spalletti: “Il Porto ha tradizione e valori importanti in squadra. Qualsiasi sorteggio fosse uscito lo avrei valutato come una partita fondamentale per la Roma”

di Redazione

spalletti

Rientrato da poche ore nella Capitale dopo il tour nordamericano, Luciano Spalletti ha dato le sue impressioni sul Porto, squadra che la Roma dovrà affrontare nel preliminare di Champions League.

Qualsiasi sorteggio fosse uscito lo avrei valutato come una partita fondamentale per la Roma, per la squadra e per il nostro ambiente”, ha dichiarato il tecnico giallorosso in un’intervista a Roma Radio. “Ci sono anche delle difficoltà oggettive dopo aver conosciuto quello che sarà il nostro avversario. Il Porto ha tradizione e valori importanti nella squadra”.

Nella sua carriera ha giocato e anche vinto in contesti di grande pressione in Europa. Al Do Dragao l’aspetto mentale sarà importante.
Sì, mi è anche successo di giocarci in Champions con lo Zenit. Ti fanno trovare un ambiente particolare, un ambiente caldo. Ma la stessa cosa sarà per loro quando ritornano qui a Roma. Bisogna essere pronti a mettere in pratica quanto detto in precedenza ed essere pronti a spingere sull’acceleratore sin da subito. Ogni tanto sento dire: non ci sono più le estati di una volta. E io dico: lo volete più caldo di questo? E noi dobbiamo farci trovare pronti”.

In questi giorni sarà importante lavorare sulla consapevolezza della squadra?
Sarebbe stato comunque così. In queste competizioni e visto quali erano i possibili avversari nell’urna, la scelta era difficile perché sono tutte squadre forti. Il Manchester City e il Porto hanno qualcosa in più degli altri ma noi dobbiamo essere pronti per giocare contro avversari di livello. Siamo pronti per farlo, è una cosa normale”.

asroma.com