Il Tornatora

Smalling, è già l’ora delle grandi manovre

di Redazione

La campagna acquisti della Roma si è costruita sui prestiti. Dando per scontate le conferme di Mancini (13 milioni) e Veretout (16), sono sotto esame le posizioni di Kalinic e Zappacosta. Per quanto riguarda Smalling invece, a Trigoria non vedono l’ora di trovare l’accordo economico con lo United. Per l’inglese però non ci sono diritti di nessun tipo, quindi la trattativa è da costruire da zero. Da decidere anche la posizione di Mkhitaryan perché, anche per lui che finora ha giocato pochissimo per via degli infortuni, non state inserite clausole di acquisto. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.