No a un altro ritiro. I dubbi dei calciatori

I calciatori sono contrari a un ritiro forzato previsto dal protocollo per chiudere il campionato

di Redazione

Corriere dello Sport (F. Zara) – La clausura no, non la vogliono considerare. I calciatori sono fermamente contrari a un ritiro forzato previsto dal protocollo per terminare il campionato. La posizione pubblica non è ancora ufficiale in realtà, ma la loro posizione è questa. Due mesi, da qui a fine campionato, senza vedere gli affetti e i familiari: anche no. Due mesi che andrebbero tra l’altro a sommarsi ai già due mesi in isolamento domiciliare da marzo. I calciatori quindi sono seriamente preoccupati, non solo per l’ipotesi di ritiro forzato ma anche per il futuro del campionato e per la sicurezza.