Pagine Romaniste

Roma, emergenza in attacco col Milan: Perotti e Defrel non ci saranno

di Redazione

Repubblica.it (M.Cuppini) – I fantasmi del passato si sono visti, eccome. La Roma va in gol, raddoppia, domina, poi si addormenta e rischia la débâcle. Contro i modesti azeri c’è da soffrire più del previsto ma alla fine il risultato dà ragione a Eusebio Di Francesco che porta a casa il quinto trionfo in sette partite sfatando il tabù della vittoria in trasferta in Champions League. L’ultima volta c’era ancora Ranieri in panchina e Rossella Sensi in tribuna. Una vita fa…

E’ vero che l’importante è vincere. Ma è altrettanto vero che i brividi lungo la schiena al 90′ contro il Qarabag – a tre giorni con la gara col Milan – non lasciano dormire sonni tranquilli. Il primo crocevia stagionale è dietro l’angolo e se si vuole restare aggrappati al treno delle grandi serviranno prestazioni importanti nel prossimo mese che prevede un mini-ciclo (Milan, Napoli, Chelsea, Torino, Crotone e poi di nuovo Chelsea) niente male.

Si parte da San Siro, dove servirà una prova di forza per dimostrare che le vittorie con Verona, Benevento e Udinese fanno parte di un percorso di crescita e che, anche alzando l’asticella, la squadra è in grado di fornire risposte importanti. Contro il Milan, Di Francesco dovrà fare i conti con una Roma decimata in attacco: al lungodegente Schick, si vanno infatti ad aggiungere Diego Perotti e Grégoire Defrel, entrambi fermi a causa di un problema al flessore. Scelte quindi obbligate per Di Francesco che riproporrà Florenzi in attacco (con ogni probabilità sulla sinistra) con El Shaarawy e Dzeko. Per il resto, a centrocampo rientrerà De Rossi (Gonalons partirà dalla panchina dopo la deludente prova di Baku) e in difesa Fazio dovrebbe prendere il posto di Juan Jesus.