Il Tornatora

Roma, Dzeko via e subito Higuain. Baldini a Londra per Alderweireld

di Redazione

Il quartetto formato dal presidente, il direttore, il consulente e l’allenatore ha pianificato le mosse di mercato in un ristorante di Siena. Lontani da Roma e vicino casa di Baldini dove Pallotta sta passando le vacanze. L’incontro è servito per sbloccare situazione di stalle e metterne in ghiaccio altre. I tre punti sono stati 1) Mandare via gli scontenti dove il primo tappo è Dzeko che ha avuto un altro confronto con Petrachi chiedendo ancora la cessione. Si può chiudere a 14 milioni forse già nelle prossime ore. Più ostico vendere Perotti, Nzonzi e Florenzi. 2) Operazione bomber e Pallotta vuole il colpo. Il nome è quello di Higuain che ieri è stato osannato dai tifosi della Juventus. L’argentino vorrebbe restare, ma la società lo ha scaricato. Il Pipita ha cominciato a parlare con la Roma anche se le difficoltà non mancano. Il piano B porta a Mertens il cui procuratore è lo stesso di Alderweireld. 3) Il consulente inglese. La trattativa per Mancini è stata congelata da Petrachi perché il ds vuole tentare il doppio colpo con Baldini: prendere Nkoulou e il difensore belga prima citato. Sul primo lavorerà il salentino che ha avuto carta bianca per offrire 15 milioni più Perotti. Sul secondo è previsto un incontro tra il consigliere di Pallotta e il Tottenham. Lo scrive Leggo.