Roma-Cagliari, le probabili formazioni e dove vederla: si torna a 4 in difesa, Mou ritrova Zaniolo. Oliveira e Maitland-Niles titolari

Pagine Romaniste (R. Gentili) – Riempite di nero le prime due pagine del diario del 2022, la Roma deve scrivere la terza. Che se si vuole proseguire nell’inseguimento alla Champions – anche se ormai servirebbe un miracolo, come la frenata delle squadre che precedono quella giallorossa – dovrà essere di ben altro tono.

Non un dramma come la prima contro il Milan. E né tantomeno uno psicodramma come la seconda, quando in vantaggio di 3-1 contro la Juventus, i giallorossi sono spariti dal match per 7 minuti, lasso di tempo in cui i bianconeri hanno piazzato i tre gol della rimonta. Una gara da psicanalisi considerando il rigore fallito nel finale.

La cura dovrà iniziare domani. Il terzo impegno metterà davanti alla squadra di Mourinho il Cagliari. Avversario sempre ostico, i sardi vengono da due vittorie in rimonta: Sampdoria (1-2) e Bologna (2-1). I rossoblù di Mazzarri stanno salendo a galla dalla zona retrocessione. Ora terzultimi a 16 punti, la luce in fondo al tunnel – l’uscita dalla zona retrocessione è per ora distante un solo punto.

In seguito alle disposizioni per fronteggiare l’aumentare dei contagi, domani l’Olimpico sarà per pochi intimi. La capienza è stata infatti ridotta a 5.000 spettatori. La Roma ha deciso di rimborsare i tifosi che hanno acquistato i biglietti e di tutelare gli abbonati. I possessori di abbonamenti che potranno accedere all’Olimpico sono stati estratti tramite un sorteggio. A loro sono stati riservati 2.500 posti tra Tribuna Tevere e Monte Mario, mentre l’altra metà sarà a disposizione degli sponsor e dei dirigenti dell’area corporate.

Roma-Cagliari, sfida ricca di goal. João Pedro la bestia nera

LE PROBABILI FORMAZIONI DI ROMA-CAGLIARI

Nel conteggio dei disponibili per domani, José Mourinho troverà nuovamente due caselle vuote. Contro i bianconeri erano state lasciate da Gianluca Mancini – che rientrerà – e da Rick Karsdorp, ritornato tra i disponibili all’ultimo minuto. Questa volta, invece, Mourinho dovrà rinunciare a Bryan Cristante e Roger Ibanez. Sia il centrocampista che il difensore, in calo nelle prime uscite del nuovo anno, sono stati ammoniti quando sulla loro testa pendeva già la diffida. Non saranno però i soli assenti certi: indisponibile anche Chris Smalling.

Per medicare la situazione di emergenza difensiva, Mou prescriverà quasi sicuramente il ritorno alla difesa a quattro. È l’ipotesi più accreditata visto che i centrali di ruolo saranno solamente due: Marash Kumbulla e, per l’appunto, Mancini.

Ancora out Karsdorp, la fascia destra vedrà così partire nuovamente dall’inizio Ainsley MaitlandNiles dopo l’imminente esordio contro la Juve. Non sufficiente – pesano gli errori difensivi sui primi due gol – ha comunque fatto intravedere spunti interessanti. La zona sinistra sarà coperta da Vina.

Insieme a MaitlandNiles è arrivato anche Sergio Oliveira. Il 29enne portoghese è il centrocampista capace di abbinare equamente le due fasi che Mourinho ha tanto chiesto. Approfittando anche dell’assenza di Cristante, l’ex Porto – da cui è arrivato in prestito oneroso da tre giorni – prenderà subito possesso della maglia da titolare.

E da qui nascono i dubbi di Mou. Chi ci sarà vicino al neo arrivato? Se il tecnico lusitano dovesse optare per il 4-2-3-1 sarà Veretout, ma in caso di 4-3-3 – opzione che potrebbe diventare vera realtà – sarebbe proprio il francese il sacrificato. A questo punto, a scalare in mediana toccherebbe a Mkhitaryan e Pellegrini, con Felix e Zaniolo vicino ad Abraham.

Protagonista nell’andata con l’assist per Ibanez da corner e la magica punizione (come fatto contro la Juve) che hanno permesso di ribaltare (1-2) la gara, Pellegrini cercherà il riscatto, personale e verso i tifosi. Non gli sono state infatti risparmiate critiche per la brutta esecuzione – e successiva ribattuta, sulla quale è scivolato – del penalty domenica scorsa.

Dopo la rinuncia forzata alla Juve, Zaniolo sarà nuovamente a disposizione. Il gol in campionato davanti al pubblico di casa è uno step successivo per la rinascita. Il Cagliari potrebbe essere l’avversario ideale. Il 2022 non sta fin qui portando risultati alla Roma, ma ad Abraham sì. In gol sia con il Milan che con la Juventus, il centravanti inglese è intenzionato a proseguire sulla stessa lunghezza d’onda.

Anno nuovo, vita nuova. Lo può dire forte il Cagliari, a bottino pieno nei primi due impegni del nuovo anno. Esclusi Godin e Caceres – la scelta sembra sin qui ripagare – Mazzarri ritrova un altro uruguaiano: Nahitan Nandez. Guarito dal Covid, il centrocampista rientrerà da titolare nella tradizionale mediana a 5: Bellanova a destra, Deiola e Marin interni e Grassi centrale.

Dietro, invece, Cragno tra i pali, in difesa Altare, Lovato, Carboni. Joao Pedro e Pavoletti il tandem offensivo. Quest’ultimo è stato il protagonista della partita con il Bologna: autore del pareggio, dopo uno scontro di gioco nel quale è stato colpito alla parte superiore dell’addome ed è rimasto a terra per qualche minuto. Ha avvertito problemi di respirazioni, poi solo tanta preoccupazione fortunatamente.

DOVE VEDERE ROMA-CAGLIARI

Dazn trasmetterà la sfida tra Roma e Cagliari. Il fischio d’inizio è previsto per le 18, 40 minuti prima del via comincerà il collegamento con il pre-partita. La telecronaca verrà curata da Edoardo Testoni, mentre Manuel Pasqual si occuperà del commento tecnico.

ROMA-CAGLIARI, ARBITRA MAGGIONI

Esordio in una direzione di gara con entrambe le squadre per Lorenzo Maggioni. A coadiuvare il fischietto 37enne lombardo gli assistenti Pasquale De Meo e Oreste Muto. Il quarto uomo sarà Manuel Volpi. Al Var Luca Pairetto, Ciro Carbone all’Avar.

Dodici i precedenti con Pairetto al Var. L’ultimo incrocio risale allo scorso novembre: 0-2 in casa del Genoa dell’esordiente Andrij Shevchenko, esonerato in giornata. A decidere la sfida fu la doppietta di Felix. Lo score complessivo, invece, recita 9 vittorie, 1 pareggio e due sconfitte, l’ultima (3-2) arrivata proprio contro il Cagliari – in Sardegna – la scorsa stagione.

LE PROBABILI FORMAZIONI

AS ROMA (4-3-3): Rui Patricio; Maitland-Niles, Mancini, Kumbulla, Vina; Mkhitaryan, Oliveira, Pellegrini; Zaniolo, Abraham, Felix.
A disposizione: Fuzato, Boer, Karsdorp Tripi, Bove, Reynolds, Zalewski, Perez, Shomurodov.
Allenatore: José Mourinho.
Indisponibili: Spinazzola, Smalling, Darboe, Diawara, El Shaarawy.
Squalificati: Cristante, Ibanez.
Diffidati:-.

Cagliari Calcio (3-5-2): Cragno, Altare, Lovato, Carboni; Bellanova, Nandez, Grassi, Marin, Dalbert; Joao Pedro, Pavoletti.
A disposizione: Aresti, Radunovic, Zappa, Pereiro, Lykogiannis, Obert, Gagliano, Ladinetti, Deiola, Goldaniga.
Allenatore: Walter Mazzarri.
Indisponibili: Rog, Strootman, Walukiewicz, Beter, Ceppittelli, Oliva.
Squalificati:-.
Diffidati: Deioa, Carboni, Pavoletti, Strootman, Joao Pedro.

Arbitro: Maggioni.
Assistenti: De Meo-Muto.
IV Uomo: Volpi.
Var: Pairetto.
Avar: Carbone.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti