Roccia Kolarov: zero minuti saltati nelle ultime 20 partite giocate dalla Roma. E’ il giallorosso più utilizzato in stagione con 2547’ all’attivo

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Tra esaltazione e rammarico. La Roma chiude il primo dei due tempi contro il Porto con un vantaggio di un solo gol, da amministrare in vista del ritorno al Dragao del prossimo 6 marzo. La formazione giallorossa conquista la 10^ vittoria in 16 partite complessive disputate in casa da inizio anno. 42 i gol segnati tra le mura amiche, 20 quelli subiti.

La Roma consolida il proprio straordinario ruolino interno nel massimo torneo continentale sotto la gestione Di Francesco: 8° successo su 10 partite giocate, per il resto un pari con l’Atletico Madrid il 12 settembre 2017 (0-0) e la battuta d’arresto contro il Real Madrid del 27 novembre scorso (0-2) a qualificazione peraltro già ottenuta. Da “correggere”, in vista della cruciale supersfida ad Oporto, il rendimento in trasferta: 2 soli trionfi, con Qarabag e CSKA Mosca, oltre a un pareggio e ben 6 sconfitte. Sarà fondamentale cercare di non subire gol in Portogallo per garantirsi il passaggio ai quarti, ma in questo senso c’è una serie (ancora aperta) di 31 gare esterne consecutive in Champions League con almeno una rete al passivo che non rassicura. L’ultimo clean sheet risale proprio ad un 6 marzo (2007, Lione, vittoria per 2-0).

Ancora lui, sempre lui. Nicolò Zaniolo si prende la Roma e la Champions, brindando ai suoi primi gol europei in carriera. Il baby fenomeno conferma la propria “ispirazione” all’Olimpico, stadio in cui ha realizzato tutte le sue 5 reti in giallorosso: le tre precedenti con Sassuolo, Torino e Milan. Edin Dzeko, autore dell’assist per l’1-0, deve invece rinviare l’appuntamento col gol casalingo che gli manca ormai dal 23 ottobre (contro il CSKA Mosca). Da ieri sera Aleksandar Kolarov è il giocatore più utilizzato in stagione con 2547’ all’attivo (dietro di lui Olsen con 2520’ e Fazio con 2341’). Il terzino serbo non ha saltato un solo minuto nelle ultime 20 gare ufficiali, ossia dal match di Napoli del 28 ottobre. Il più impiegato in Europa è invece Alessandro Florenzi con 553’ fin qui disputati.