Perotti, Elsha e Gerson. La Roma scopre l’attesa

Schermata 2016-01-03 a 07.55.58

La Gazzetta dello Sport (M.Cecchini – A.Pugliese) – Impressioni? C’è proprio bisogno di un mercato in­vernale scoppiettante per ravvivare la passione per la Ro­ma. Un esempio vale più di mil­le discorsi: è bastato che ieri – dopo una proficua seduta di al­lenamento mattutina – Rudi Garcia decidesse di annullare quella del pomeriggio per far scatenare l’ironia (se non la rabbia) di diversi tifosi via ra­dio e via social, come se tutti fossero diventati esperti di preparazione fisica. E allora la palla passa al d.s. Sabatini, ieri im­pegnato a Milano nelle trattati­ve, prima fra tutte quella con Sogliano (Genoa) per Perotti. Salutato Iturbe, nella lista per rimpiazzarlo c’è l’argentino che potrebbe arrivare a 9 mi­lioni più bonus. Fretta per l’uf­ficializzazione non ce n’è, visto che l’argentino deve scontare ancora due turni di squalifica.

SUMMIT COL FARAONE – Ma c’è dell’altro, visto che pochi gior­ni fa il d.s. ha incontrato sia El Shaarawy (che ha detto sì), sia Galliani, col quale è stato rag­giunto l’accordo per un presti­to che si trasformerebbe in ces­sione obbligatoria a 12 milioni dopo un tot di presenze. In ca­so di sconquassi, comunque, occhio a Lens (Sunderland) e Defrel (Sassuolo).

PROBLEMI DI LISTA – La Roma però dovrà fare cessioni per ricomporre le nuove liste Uefa e campionato. Il posto di Iturbe, infatti, sarà preso dal rientrante Strootman e così, per tesse­rare Perotti, occorre cedere. Forse Torosidis, se accetterà il Genoa, ma poi occorrerà corre­re ai ripari per la difesa, a meno che non si decida di puntare su un Under 21 di belle speran­ze. Insomma, il puzzle stavolta è complesso. Questo problema non si porrebbe invece per El Shaarawy, visto che in quota «italiani» c’è posto. In quanto under, poi, tornano a circolare voci intorno a Rabiot (Psg), 20 anni, che piace anche all’Inter e che a Trigoria vorrebbero in prestito, magari cercando di piazzare un Vainqueur.

GERSON & ALISSON – Intanto continua l’opera di sudameri­canizzazione della Roma. Fra pochi giorni sbarcherà nella Capitale il brasiliano Gerson (Fluminense), che dovrebbe essere tenuto «in casa» per sei mesi in attesa di tesserarlo co­me extracomunitario. Non so­lo. Dal Brasile dicono che la Ju­ve stia pensando a un dietro­front sul portiere Alisson (In­ternacional), lasciando così via libera ai giallorossi. Anche per lui, comunque, il tesseramento non arriverà prima dell’estate.

DEBUCHY & CO. – Per il resto, Sa­batini al netto del problema li­ ste – prova a stringere per il duttile (esterno sinistro e cen­trale) Kolasinac dello Schalke, sondando anche il terzino de­stro Debuchy dell’Arsenal e te­nendo in caldo lo svincolato (a giugno) Arbeloa. In realtà, for­ se chi convincerebbe di più sa­rebbe Juan Jesus dell’Inter, ma la trattativa con i nerazzurri non è tra le più semplici.

TORNA DOUMBIA? – Titoli di co­da per Doumbia, il cui prestito al Cska Mosca è terminato. Sull’attaccante, che ha fatto bene in questo scorcio di sta­gione, ci sono i cinesi del Beijing, ma l’ivoriano nicchia e preferirebbe la Premier. Una cosa è certa: l’inattività non gli fa bene e così, qualora le tratta­tive per la sua cessione si allun­gassero, la Roma lo richiamerà a Trigoria per farlo allenare. Ma occorrerà pazienza perché social e radio, inutile dirlo, so­no già pronte a scatenarsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A