La Gazzetta dello Sport (A.Pugliese) – Una giornata passata così, pianificando conti e investimenti. E incontrando aziende che potrebbero far parte del progetto stadio come finanziatori. A Londra la prima giornata degli Stati Generali della Roma è scivolata via così, anche se poi il clou ci sarà oggi pomeriggio, quando James Pallotta incontrerà il d.s. Monchi per fare il punto sulla squadra e sul mercato della Roma. A breve e medio termine. Prima, questa mattina presto (dalle 9.15 alle 9.40), il presidente della Roma parlerà al convegno Leaders in Sport, in un focus specifico sulle nuove tecnologie applicate agli stadi moderni con particolare riferimento, ovviamente, al nuovo stadio di Tor di Valle («The New Coliseum»).

LE CESSIONI – Pallotta è atterrato a Londra ieri sera tardi, Monchi ci arriverà invece questa mattina. Poi, nel pomeriggio, l’atteso incontro. Si parlerà di personalità dei giocatori, si cercherà di capire chi davvero è da Roma o meno. E poi di mercato, è chiaro. Partendo però proprio dal punto precedente, nel senso che poi chi non è da Roma o chi non ci vuole stare (come detto da Di Francesco a Firenze) verrà messo alla porta. Offerte permettendo, però. Il nodo è tutto lì. Dovesse arrivare una richiesta vera per un big che non convince più fino in fondo, allora la Roma ci penserebbe su, anche ora, anche a breve giro. Tra i papabili c’è sicuramente Kevin Strootman (che oltre al Liverpool potrebbe interessare anche al Marsiglia, dove Rudi Garcia non ha mai nascosto la speranza di riaverlo con sé). Ma anche Stephan El Shaarawy, uno che non convince più per la mancanza di continuità. E il nodo per rinforzare la Roma è qui. Se a Trigoria riuscissero a cedere un pezzo pesante subito, allora ci sarebbero i soldi per intervenire e sistemare le cose che non vanno. Di questo parleranno Monchi e Pallotta, oltre che dei movimenti minori. Castan è andato al Cagliari (i sardi pagano il resto dello stipendio), Skorupski ha chiesto la cessione e Sadiq e Nura sono ad un passo dal Foggia.

IL TERZINO – In entrata, ovviamente, il ruolo prioritario per ora è quello di terzino destro. Darmian (United) e Juanfran (Atletico Madrid) sono due ipotesi al vaglio, ma a Trigoria recentemente hanno parlato anche del giovane Cristian Manea, classe ‘97 e già nel giro della nazionale romena. Di proprietà dell’Apollon Limassol, è in prestito al Cluj, con cui è in vetta al campionato romeno. Costa 4-5 milioni, la Roma ci sta pensando su.