Il Tornatora

Paulo Sousa come un’ombra per Di Francesco

di Redazione

Lo spettro di Paulo Sousa agita l’orizzonte di Eusebio Di Francesco da fine settembre. Come riporta il quotidiano Corriere dello Sport, dopo l’assurdo pareggio col Chievo e le due sconfitte con Bologna e Real il nome del portoghese era uscito fuori durante i colloqui tra Pallotta e Baldini. Tutto saltò perché la Roma con 4 vittorie consecutive sembrava essere guarita, ma poi ecco il k.o. interno con la Spal. A novembre quindi il suo nome uscì nuovamente, in questo caso fu proprio lui a candidarsi: “Mi piacerebbe allenare la Roma, anche se telefonate nono sono mai arrivate“. Era stato persino al Franchi per vedere Fiorentina-Roma terminata 1-1. Ma non è finita qua perché anche a dicembre dopo la contestazione di Roma-Genoa Sousa era stato accostato nuovamente alla panchina giallorossa. Insomma un vero e proprio fantasma che perseguita Di Francesco.