Il Tornatora

Pastore, vacanze di sudore per non lasciare da flop

di Redazione

Tutto si può dire di Pastore tranne che non abbia pensato alla Roma in queste settimane estive. Se da una parte non trovano tante conferme le voci di un suo traserimento in Cina, dall’altra trova conferma la volontà dell’argentino di giocarsi le sue carte nei prossimi mesi. A giugno non è mai stato fermo, si è sempre allenato e quasi sempre con i pantaloncini della Roma. Chi lo conosce bene dice che ce la sta mettendo tutta per convincere il club, e Fonseca, a non cederlo. Ha tenuto a bada l’alimentazione, ha fatto un lavoro specifico di resistenza stando sempre attento a non sovraccaricare i polpacci, mentre a Ibiza si è limitato a lavori generici per non scendere di condizione. Pastore si dovrà far vedere carico e pronto mentalmente sia con Petrachi sia con Fonseca. Per la Roma questo è stato un investimento pesantissimo per le casse del club e fallimentare in campo per quello che si è visto. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.