Il Tornatora

Pastore, un vincente a Trigoria. Di Francesco: «Titolare? Dovrà meritarsi la maglia»

di Redazione

Se non fosse arrivato Cristiano Ronaldo ad oscurare tutto il resto, l’acquisto di Javier Pastore sarebbe stato considerato il colpo più importante di questo calciomercato. La semifinale di Champions ha stravolto in positivo la percezione che si ha all’estero della formazione giallorossa. L’arrivo di Pastore aggiunge tanto in termini di qualità e di esperienza: non ci sono in rosa altri calciatori che hanno vinto tanto quanto lui e ce ne sono pochi che hanno nei piedi e nella testa le sue giocate. Non è un caso che dopo tre giorni di allenamenti a Trigoria sia il più nominato dai nuovi compagni di squadra. Come riporta il quotidiano Corriere della SeraDi Francesco si ritiene soddisfatto di queste prima sedute: «I princìpi di gioco devono restare gli stessi, il fatto che potrò spostare qualcuno è relativo, ma sono discorsi che si fanno per far parlare tutti. La cosa importante è avere continuità, non si deve cambiare troppo. Pastore? Deve allenarsi bene per conquistarsi la maglia da titolare. Abbiamo tanti elementi, so quale può essere la squadra ideale per me, lui deve giocare e allenarsi con continuità: l’ha capito, ha grande disponibilità, mi piace il suo approccio, ha qualità che possono fare male agli avversari».