Oggi test contro il Siviglia, ma Mourinho perde Villar

Il Corriere Dello Sport (J.Aliprandi) – La grinta messa in campo dalla Roma nel match di mercoledì scorso contro il Porto fa ben sperare i tifosi per il test di questo pomeriggio contro il Siviglia. Perché come per Mourinho e i giocatori che scendono in campo sempre per vincere, anche per i romanisti la sfida contro gli uomini di Lopetegui non sarà certo vista come un’amichevole. L’amara e deludente parentesi di Monchi in giallorosso non è stata dimenticata, così come la cocente sconfitta di circa un anno fa in Europa League. E anche per gli andalusi sembra essersi accesa una certa rivalità con i giallorossi, ma questa volta sulla panchina ci sarà Mourinho, che ben ha fatto intendere di che pasta è fatta la sua Roma.

Mkhitaryan: “Scudetto? Ci siamo anche noi. Mou non molla mai”

Contro il Siviglia lo Special One potrebbe fare pochi cambi per continuare a lavorare sulla formazione titolare, lasciando poi spazio alle riserve nel match di mercoledì contro il Belenenses. Di certo il portoghese non potrà contare su Villar, che ha rimediato una distorsione di primo grado del ginocchio sinistro che lo costringerà ad uno stop di un paio di settimane. Nessun allarme, l’infortunio è stato casuale e non riconducibile ai carichi di allenamento. Se tutto va bene l’ex Elche rientrerà in prossimità dell’inizio della stagione, tra la gara di Conference League e quella di campionato contro la Fiorentina. La buona notizia arriva invece da Veretout, che è tornato ieri ad allenarsi parzialmente con il gruppo e così continuerà a lavorare anche nei prossimi giorni per recuperare totalmente dal fastidio al quadricipite della coscia destra.

L’editoriale di Costanzo: “Io insisto, mejo a Roma squadra e città”

Mourinho potrebbe lasciare tra i titolari molti dei giocatori visti contro il Porto, a cominciare da Rui Patricio, tra i più positivi. In difesa Smalling potrebbe riposare lasciando il posto a Kumbulla, forse anche schierando Ibanez sulla fascia sinistra per dare un turno di riposo a Calafiori, che è rientrato da pochi giorni dopo un problema alla caviglia. Mancini e Karsdorp partiranno dal primo minuto, così come Diawara e Darboe a centrocampo. Sulla trequarti Zaniolo potrebbe essere confermato a destra, così come Pellegrini centrale, mentre a sinistra chance per El Shaarawy al posto di Mkhitaryan. Borja Mayoral invece darà il cambio a Dzeko, pronto a subentrare nel corso del match.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti