Il Tornatora

Nuova vita: Totti e Monchi insieme, si comincia da agosto

di Redazione

Corriere dello Sport (G.D’Ubaldo) – Sta per cominciare la nuova vita di Francesco Totti. Dopo un lungo periodo trascorso in famiglia per metabolizzare l’addio al calcio, alla fine il Capitano si è convinto ad accettare il ruolo di dirigente. Lo farà nell’area tecnica, a stretto contatto con il direttore sportivo Monchi, con Di Francesco e con De Sanctis, che comincerà anche lui la nuova avventura da agosto. Ci è voluto un po’ per convincersi, sono stati utili i consigli degli amici che contano, da Malagò a Peruzzi, da Di Vaio a Zeman, che ha provato a fargli cambiare idea, per giocare un altro anno nel Pescara. Ma la decisione, seppur sofferta, era stata presa e non è voluto tornare indietro, neanche di fronte ai corteggiamenti di cinesi e giapponesi.

NIENTE USA – Giovedì ha incontrato Pallotta, atto conclusivo del percorso fatto per arrivare alla decisione di cominciare la carriera di dirigente. L’incontro era stato preparato il giorno prima, con Monchi e gli altri dirigenti a Trigoria. Con il presidente ha parlato e scherzato con l’aiuto di un traduttore che ha trovato in albergo. Pallotta gli ha chiesto fino all’ultimo di andare con la squadra negli Stati Uniti, ma Francesco ha risposto con una battuta: «Ci rivediamo dopo Ferragosto». Dopo un mese e mezzo di inquietudini l’ha presa bene e ora vuole aiutare la Roma. Totti andrà a vedere i giocatori con Monchi, darà il suo contributo in chiave mercato impegnandosi personalmente a far accettare la Roma a qualche profilo importante. E poi sarà a stretto contatto con Di Francesco, conosce bene quasi tutti i giocatori della rosa, sa come rapportarsi con loro. Nei prossimi giorni il suo nuovo ruolo sarà ufficializzato con un’intervista rilasciata al canale ufficiale della società.