Il Tornatora

Nessuno come De Rossi

di Redazione

Sempre al centro da diciotto anni, con nessuna voglia di fermarsi. A 35 anni compiuti Daniele De Rossi ha ricominciato da protagonista la diciottesima stagione di fila in giallorosso, che lo rende la bandiera più longeva del calcio europeo. E l’unico titolare che ha resistito alla rivoluzione del centrocampo operata da Monchi, l’ultimo giocatore rimasto nella rosa – insieme a Florenzi – che gli americani hanno trovato già a Trigoria al momento del loro sbarco. Un altro Totti, si, anche se si fa sempre fatica a dirlo. Come riporta Il Tempo, il capitano romanista ha tenuto a galla una barca praticamente affondata lunedì sera, in quel primo tempo da incubo con l’Atalanta, con le sue scivolate, i recuperi, la forza di non arrendersi a una superiorità fisica schiacciante dei rivali. E quando all’intervallo si è alzato dalla panchina Nzonzi, De Rossi è rimasto al suo posto, mettendosi al fianco del francese in quel 4-2-3-1 che ha le sembianze di una nuova base su cui Di Francesco può modellare la Roma. Una coppia di mediani campioni del mondo da far coesistere, liberando la fantasia di Pastore qualche metro più avanti. Sabato usciranno i convocati per il debutto in Nations League e tutto lascia pensare che De Rossi torni a vestire la maglia azzurra. Rinnovo? De Rossi è disposto ad aspettare.