Mkhitaryan, versione falso nove per avere più soluzioni in avanti

Corriere dello Sport (R. Maida) –  In una squadra capace di mandare già quattro calciatori in doppia cifra, tra campionato e coppe, Fonseca scopre di avere bisogno di un centravanti. Borja Mayoral, che pure ha segnato 11 gol in stagione, non è mai entrato in partita con il Milan e in ogni caso ha denunciato dei comprensibili limiti nelle partite che lo impegnano contro grandi avversari.

Dzeko, che pure era stato epurato dopo la lite di gennaio, ne avrà ancora per un paio di settimane a causa della lesione che lo ha fermato nella settimana in cui forse avrebbe recuperato il posto da titolare. E allora, in vista della problematica trasferta infrasettimanale, non è escluso che la Roma ripresenti nella formazione un falso nove: Mkhitaryan oppure El Shaarawy.

L’eventuale novità non sarebbe punitiva nei confronti di Borja Mayoral, che anzi ha sempre un atteggiamento corretto in campo, ma consentirebbe a Fonseca di ruotare il suo parco attaccanti, liberando più spazio anche per Pedro che domenica, contro il Milan, è apparso contrariato nel momento di subentrare, forse perché si aspettava di essere chiamato in causa prima. In ogni caso, nonostante le assenze di Dzeko e Zaniolo, le soluzioni offensive non mancano. E non è da escludere una leggera variante tattica sul modulo, con il passaggio al 3-5-2: in quel caso Mkhitaryan giocherebbe sicuramente in prima linea.
A centrocampo verrà invece confermato Jordan Veretout, che ha conosciuto la Serie A proprio con la maglia della Fiorentina. Con il gol al Milan, il decimo, ha eguagliato Michel Platini: dai suoi tempi non succedeva a un centrocampista francese.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A