Il Tornatora

Mkhitaryan: “Non so se rimango e per questo volevo giocare di più. Adesso sono contento che ho iniziato a giocare” – VIDEO

di Redazione

Henrix Mkhitaryan, attaccante della Roma, è stato intervistato durante il post-partita di Verona-Roma 1-3. Queste le sue parole:

MKHITARYAN IN ZONA MISTA

Sei tornato dopo l’infortunio con il gol. Quali sono le tue sensazioni?
Sono troppo contento che oggi ho iniziato a giocare. Penso che era importante vincere oggi perché abbiamo avuto una squadra che ha giocato molto bene difensivamente. Era molto aggressiva e disciplinata, ma penso che abbiamo fatto tutto per avere i nostri tre punti e vincere questa partita.

Parli benissimo l’italiano, al di là di quello che deciderà la Roma tu ci rimarresti qui?
Penso che io ho un po’ di spazio per migliorare l’italiano grazie a lui, il mio insegnante (indica il traduttore e ride, ndr). Per il resto non lo so ancora perché non ho giocato troppo, non so se rimango qui. Ho bisogno di lavorare ancora di più, ho bisogno di migliorare, di capire di più i miei compagni, di giocare meglio e segnare tanti gol e fare molti assist.

Roma ti piace?
Mi piace molto, è una bella città. La squadra è bellissima. Penso che questa squadra con questo allenatore e questi giocatori può fare tante cose. Lavoriamo ogni giorno per vincere tutte le partite. Vediamo dove arriviamo alla fine della stagione.

Rispetto alla Premier League ha notato differenze nel preparare le partite?
Può essere che è differente però qui mi piace. Mi piace il modo di preparare la partita, il modo di allenarci. Penso che non ho molto tempo per capire e per chiedere più tempo, per questo penso che devo fare tutto il possibile per dimostrare le mie qualità e la filosofia che posso giocare.

Cosa si pensa quando stai fuori dal campo per due mesi?
Era troppo difficile perché non è un piacere guardare la squadra giocare. Penso che era difficile mentalmente e fisicamente perché sono qui solo un anno per il momento. Non so se dopo rimango qui o no. Per questo volevo giocare di più e ritornare in campo presto. Però non ne avevo la possibilità. Adesso sono contento che ho iniziato a giocare. Mi fa piacere che oggi abbiamo vinto e ho segnato il gol.

MKHITARYAN A ROMA TV

Sei tornato al gol. Come ti senti e come hai visto la Roma?
Mi sento bene adesso, mi è mancata la squadra, mi è mancato giocare, due mesi sono troppo. Non volevo non giocare per due mesi ma sono stato infortunato. Mi dispiace ma adesso mi sento bene e penso che oggi era troppo importante vincere. Non abbiamo giocato molto bene ma la cosa più importante erano i tre punti.

Tre punti fondamentali…
Ci aspettavamo un Verona aggressivo e duro. Eravamo pronti a questo: sapevamo che avrebbero giocato così. Abbiamo analizzato molto bene l’avversario e abbiamo fatto quello che dovevamo fare.

Abbiamo ancora margine di miglioramento?
Sì abbiamo molti margini di miglioramento. Giocatori e allenatore sono nuovi, abbiamo molti aspetti in cui migliorare. Il campionato è lungo e dobbiamo fare di tutto per vincere le partite. Per vincere le partite dobbiamo fare quello che il mister ci chiede.

Dal punto di vista tattico non hai avuto problemi di adattamento…
Sì è merito del mister e dei compagni, tutti i giocatori pensano nella stessa direzione. Per questo non è stato un problema iniziare da numero dieci e giocare insieme a un attaccante e poi fare anche la punta.

Qual è la parte forte di Fonseca?
Penso che non devo parlarne in televisione (ride, ndr). È una cosa che non voglio dire a tutte le squadre o ai tifosi, deve rimanere nella squadra. Alla fine della stagione possiamo parlare delle sue qualità, del modulo o della sua filosofia che ci avranno fatto giocare e vincere le partite.