Il Tornatora

Mediapro prepara una nuova causa e chiede indietro la caparra

di Redazione

Il rapporto tra MediaPro e la Lega di Serie A si è interrotto da ormai qualche giorno. I catalani però sembrano non voler arrendersi e, attraverso una lettera indirizzata all’assemblea dei club della massima serie italiana, hanno rivendicato il diritto di riavere indietro la caparra di 50 milioni versata nei mesi scorsi. Ma non è tutto. Jaume Roures e i suoi hanno avviato un procedimento cautelare d’urgenza con l’intenzione di bloccare il bando in quanto i diritti sono ancora in mano a loro e considerano illegittima la risoluzione votata all’unanimità dall’Assemblea di lunedì scorso. Ora in Via Rosellini inizieranno le trattative private con i vari broadcaster interessati ad acquistare i diritti tv e fino al 13 giugno ci saranno offerte e controfferte per prendere possesso del prossimo triennio di Serie A. Al momento, scrive Il Messaggero, è Sky ad aver avanzato la proposta che più si avvicina a quella di MediaPro e si appresta, dopo l’acquisizione dei diritti della Champions e dell’Europa League, a recitare un ruolo da protagonista.