Massara: “Con Spalletti rapporto sereno. Nessun problema per il rinnovo di De Rossi. Tante possibilità per la permanenza di Manolas”

di Redazione

Ricky Massara, direttore sportivo della Roma, è stato intervistato durante il pre partita di Bologna-Roma. Queste le sue parole:

MASSARA A MEDIASET

Quanto può essere concreto il rischio di contraccolpo psicologico dopo il derby di Coppa Italia?
Dobbiamo fare in modo che non ci sia, dobbiamo essere totalmente concentrati su questa gara e lo siamo. Sappiamo che questa gara nasconde delle insidie, giochiamo contro un Bologna che non ha nessuna pressione di classifica, che quindi potrà esprimere più serenamente le sue qualità. Ma noi siamo qui convinti di dover fare un risultato importante che ci permetta di continuare nel nostro cammino e consolidare il secondo posto in classifica.

Cosa può dire per tranquillizzare i tifosi della Roma preoccupati sul rinnovo di contratto di De Rossi?
Non c’è assolutamente nessun problema a questo proposito, Daniele è un membro della famiglia della Roma, con lui parliamo quotidianamente, ci confrontiamo su tutti i temi, non solamente sulla sua questione contrattuale. Anche lui al momento è totalmente concentrato su queste ultime otto partite, perché vuole che la Roma riesca ad ottenere un risultato importantissimo come la qualificazione in Champions. Dopo di che valuteremo insieme e certamente faremo le cose per il meglio.

C’è un po’ troppa negatività nell’ambiente Roma? Alla fine se arriva il secondo posto si è migliorati rispetto alla stagione passata…
Indubbiamente è così, dice bene. Noi siamo usciti nelle due competizioni di Coppa Italia e di Europa League, pur battendo i nostri avversari nelle gare di ritorno ma pagando un gol di troppo subito all’andata. Stiamo facendo benissimo in campionato, abbiamo una media punti record per la Roma da quando ci sono i campionati a tre punti, già questo rappresenta per noi un successo. Riuscire a mantenere la seconda posizione e a raggiungere la qualificazione diretta in Champions League sarebbe il coronamento di un’annata certamente molto positiva.

Spalletti mi sembra insicuro e instabile, come si migliora questa situazione? Ha fatto un lavoro straordinario…
Con l’allenatore c’è un rapporto assolutamente sereno, siamo tutti focalizzati nel migliorare le nostre ambizioni. Lui ha fatto un lavoro straordinario: se oggi viene raccontato come un fallimento l’eliminazione dall’Europa League o dalla Coppa Italia significa che insieme a tutta la squadra è riuscito ad instaurare in tutti quanti l’idea che potevamo vincere. Certo dobbiamo fare ancora dei passi in avanti, ci manca qualcosa per arrivare a finalizzare questi obiettivi, ma i risultati e soprattutto la mentalità che lui ha saputo costruire sono di grandissimo livello. Noi siamo convinti di volere e potere fare ancora molto bene da qui alla fine e di lavorare benissimo con lui.

Lei e Monchi vi sentite tutti i giorni? Lo scrivono sui giornali…
Non è così.

Grande ovazione per Monchi ieri, è un grande acquisto se arriva a Roma?
Monchi ha ottenuto risultati straordinari con il Siviglia, rappresenterebbe un grande acquisto a livello dirigenziale per qualunque squadra europea. Mi sembra proprio che le più grandi se lo stiano contendendo, in questo caso sarebbe un arrivo importante.

Percentuali della permanenza di Manolas?
In questo momento tante possibilità di permanenza, vogliamo allestire una squadra altamente competitiva, poi ci sono sempre dei vincoli dati dalle norme del Fair Play Finanziario, ti impongono di fare delle valutazioni attente e noi le dobbiamo fare come sempre come tutte le altre società. Ma in questo momento non c’è nessuna necessità di vendere Manolas o chiunque altro.