Il Tornatora

Malagò: “C’è amarezza per Roma-Napoli senza tifosi campani, ma è un passo in avanti giocare alle 20:45”

di Redazione

Roma-Napoli senza tifosi dalla Campania? C’è amarezza, ma noi ci rimettiamo ai diktat che arrivano da parte di chi si occupa dell’ordine pubblico“. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commenta così le limitazioni decise per il big match di sabato sera allo stadio Olimpico. “Di recente – aggiunge Malagò a margine della presentazione dell’Universiade di Napoli 2019 al salone d’Onore del Coni a Roma – ho ricevuto una lettera da parte del capo della Polizia, Franco Gabrielli, inviata a me e al Ministro dello sport, Luca Lotti, in cui si evidenziava il fatto che Lazio-Napoli è stata costellata da una serie di episodi e incidenti che riguardavano le tifoserie sui quali sono state portate avanti delle restrizioni. Per la gara di sabato resta amarezza, ma è già un passo avanti giocare alle 20:45 visto che Roma-Napoli era una di quelle partite in cui si era obbligati a giocare alla luce del sole. Speriamo in futuro si arrivi a dama su tutto e non solo su alcune cose“. Il numero uno dello sport italiano non azzarda un pronostico: “E’ una partita da 1X2 e lo dico con franchezza perché la Roma è forte e il Napoli attualmente è la squadra che gioca meglio in Italia“.

AdnKronos