Il Tornatora

Scontri di Liverpool, Lombardi condannato a tre anni per “violent disorder”. La giuria l’ha dichiarato non colpevole delle gravi lesioni subite da Cox

di Redazione

Si è concluso il processo a Filippo Lombardi andato in scena presso la Corte di Preston. Il tifoso della Roma era accusato di aver causato gravi lesioni a Sean Cox e di aver partecipato agli scontri che hanno preceduto la partita ad Anfield con il Liverpool. La giuria ha stabilito che il ventunenne non è colpevole per la prima accusa e non ha colpito Cox, mentre il giudice ha sentenziato una condanna a tre anni di carcere per i “violent disorder“.

LIVE

Ore 16.55 – Filippo Lombardi è stato condannato a scontare 3 anni di carcere per l’accusa di “violent disorder.

Ore 16.40 – Il giudice è pronto ad infliggere la condanna per i ‘violent disorder’: “Non c’è dubbio che il vostro scopo era quello di provocare uno scontro violento con i tifosi di Liverpool. Hai avuto un ruolo attivo. Tragicamente Sean Cox ha subito lesioni catastrofiche. È stato colpito da un altro uomo conosciuto come N40. Ha subito una grave lesione cerebrale. Rimane significativamente influenzato dalle lesioni. Dopo quasi 6 mesi è in un centro nazionale di riabilitazione in Irlanda. Durante gli scontri Cox è stato gravemente ferito e ciò non può essere ignorato. Lombardi tu avevi una cintura in mano e eri a capo di un gruppo aggressivo e intimidatorio di tifosi della Roma. Martin Cox stava cercando di aiutare il fratello ed è stato preso a calci e ribaltato da un altro sostenitore della Roma. Le vostre azioni e quelle degli altri hanno infangato il buon nome del calcio. Con le vostre azioni avete portato disonore a tutti i tifosi della Roma e al calcio italiano. C’erano molte persone innocenti intorno ed è stato probabilmente una fortuna estremi che altri non siano stati feriti. Il tuo scopo era quello di avere uno scontro violento con i sostenitori avversari“.

Ore 16.30 – L’avvocato difensore insiste sul fatto che Lombardi “è maturato” durante la custodia in prigione. Il giudice afferma poi che Lombardi è “chiaramente intelligente” e ha “caratteristiche positive“. Viene specificato poi che Lombardi ha subito un divieto di seguire le partite della Roma e qualsiasi partita a Roma (daspo, ndr).

Ore 16.25 – Il giudice Mark Brown dice che non accetta prove sul fatto che Lombardi non fosse lì per causare problemi quella notte: “Era il capo di un branco. E’ uscito con la cintura in mano. Si va contro il buon senso se si dice che non era lì a causare problemi. Ha avuto un ruolo chiave negli scontri“.

Ore 16.22 – L’avvocato di Lombardi dice al giudice che egli era precedentemente un giocatore della AS Roma Academy e poi ha giocato a calcio nella quinta categoria esistente in Italia. Ciò dimostra che è “un ragazzo che lavora duramente“.

Ore 16.20 – Lombardi ora sarà condannato per l’accusa di “violent disorder“, di cui si era dichiarato colpevole prima di questo processo.

Ore 16.18Filippo Lombardi è stato dichiarato non colpevole dell’accusa di aver inflitto gravi danni corporali all’irlandese Sean Cox. La giuria ha impiegato nove ore per raggiungere un verdetto di maggioranza.

Ore 16.15 – I giurati annunciano di avere un verdetto.

Ore 16.05 – Si rientra in aula. Il giudice afferma che accetterà un verdetto deciso a maggioranza dalla giuria. Almeno dieci dei dodici giurati devono essere d’accordo.

Ore 13.01 – Prima di emettere il verdetto, la Giuria ha chiesto quanti dei testimoni hanno affermato nel corso del processo di aver visto e dunque testimoniato che Lombardi si fosse sfilato la cintura e abbia colpito successivamente Sean Cox. Solo uno può affermarlo con certezza.

Ore 11.00 – La giuria questa mattina sta prendendo la decisione sul processo del ragazzo di 21 anni accusato di aver attaccato Sean Cox. Filippo Lombardi nega di aver inflitto gravi danni corporali a qualcuno.