E’ durata meno di 40 minuti in via Rosellini l’assemblea elettiva delle formazioni di Serie A. Dopo il nulla di fatto dello scorso 20 febbraio, anche la riunione odierna si è conclusa con l’ennesimo rinvio: i presidenti delle squadre della massima serie non sono quindi riusciti ad eleggere il loro massimo rappresentante a causa della spaccatura tra grandi e medio-piccole. Non sono bastati dieci giorni quindi, per ricomporre la frattura tra chi chiede una nuova governance, con un presidente più simile ad un a.d, in grado di operare con più poteri e chi invece è più propenso allo status quo.

I presidenti della massima serie si ritroveranno quindi il prossimo 3 aprile, data in cui è stata fissata la nuova assemblea elettiva che tecnicamente rimane aperta. L’assemblea ordinaria della Lega Calcio si presenta così all’appuntamento elettivo della Figc in programma lunedì 6 marzo, confermando il presidente uscente Maurizio Beretta e i due consiglieri federali Claudio Lotito e Gino Pozzo.