Il Tornatora

Lazio in semifinale, Roma eliminata dall’Inter

di Redazione

primavera-roma-inter-di livio

Il Tempo (F.Schito) – Non ci sarà il derby in semifinale di Coppa Italia Primavera. La Lazio, campione in carica, non manca l’appuntamento; la Roma in emergenza invece cade contro l’Inter di Vecchi. I biancocelesti di Simone Inzaghi hanno risolto la pratica Palermo solamente nella ripresa: al «Mirko Fersini» è stato decisivo Aimone Calì. L’ex centravanti giallorosso, subentrato dopo un’ora abbondante, ha sbloccato il risultato a cinque minuti dalla fine con un colpo di testa su cross di Manoni, regalando ai suoi l’accesso alla semifinale della competizione nazionale. Murgia e compagni non troveranno la Roma ad attenderli, bensì l’Inter.

I giallorossi, orfani di mezza squadra, non sono riusciti ad arginare la corazzata nerazzurra. L’Inter, con solo tre italiani in campo, si è imposta soprattutto a livello fisico. Alberto De Rossi ha messo in campo una squadra rimaneggiata – nel reparto offensivo mancavano Sadiq e Tumminello, chiamati in prima squadra, e Soleri squalificato – affidandosi a Di Livio a ridosso delle due punte: Kevin Mendez e Luca Pellegrini, un terzino riadattato a esterno offensivo per l’occasione. I nerazzurri sbloccano il risultato dopo soli 10 minuti, concretizzando una bella azione conclusa con il tiro di Baldini dalla distanza che punisce l’incolpevole Pop. I giallorossi provano a scuotersi andando vicini al pareggio in un paio di occasioni, ma sono i ragazzi di Vecchi a chiudere i giochi nel finale con il raddoppio di Pinamonti.