Il Tornatora

L’amarezza del club: “Lontano dalla realtà. Volevamo aiutarlo”

di Redazione

Ancora rimbombava nei saloni del Coni le parole di Francesco Totti, che già alcuni siti di scommesse cominciavano a quotare il futuro. Quale? Facile: il passaggio di proprietà della Roma, come ardentemente desiderato dall’ex capitano, che ora volerà a Ibiza per le vacanze, lasciando un mare di polemiche. Naturalmente la gente non si aspettava niente di meno, ma l’amarezza è stata in ogni caso grande, anche perché l’appeal del club non è di certo aumentata dopo le considerazioni e i giudizi sui manager e persino sulla squadra. Il presidente Pallotta crede di aver fatto tutto il possibile prima per valorizzare e poi per trattenere l’ex numero dieci giallorosso. In serata è arrivato il comunicato che è stato più morbido del temuto: “Il club è estremamente amareggiato nell’apprendere che Francesco Totti ha annunciato di lasciare la società e di non assumere la posizione di direttore tecnico della Roma. Gli avevamo proposto questo ruolo dopo la partenza di Monchi ed eravamo ancora in attesa di una risposta. Nonostante comprendiamo quanto sia stato difficile per lui decidere di lasciare la Roma dopo trent’anni, non possiamo che rilevare come la sua percezione dei fatti e delle scelte adottate dal club sia fantasiosa e lontana dalla realtà”. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.