Il Tornatora

La Roma secondo Friedkin. Investimenti, staff, obiettivi e Mertens come primo regalo

di Redazione

Prosegue spedita l’ultima fase della trattativa che porterà Friedkin ad essere il leader della Roma. Ieri all’Eur si è visto anche Marc Watts, il braccio destro di Dan, nonché presidente del Gruppo. Ha voluto incontrare tutta la dirigenza italiana e nel weekend i legali americani torneranno a casa. L’intenzione è quella di annunciare la fumata bianca entro la fine di febbraio. Nei summit si è parlato anche della prossima stagione con due piani: uno con la Champions e uno senza. Friedkin investirà perché convinto che dai risultati sportivi derivino anche quelli economici. Nel primo anno potrà godere del via libera della UEFA e ci sarà una nuova rivoluzione che riguarderà buona parte della rosa. Il texano si vorrebbe presentare con il riscatto di Smalling e l’ingaggio di Mertens a parametro zero. Per quanto riguarda i dirigenti resteranno Fienga e Petrachi, poi si vedrà. Accanto a loro ci sarà Ryan Friedkin e un’altra persona di fiducia del suo staff. Lo riporta Leggo.