Pagine Romaniste

La Roma-champagne è in letargo. Da Bologna in poi solo un gol a gara

di Redazione

C’era una volta la Roma che si accendeva come una miccia, una squadra che preoccupava le difese avversarie. Un po’ zemaniana secondo i critici. Questa versione però è stata messa da parte. Come se Fonseca avesse mostrato alla Serie A il potenziale della squadra e poi si fosse adattato al campionato in attesa di giorni migliori. I numeri spesso indicano la pista da seguire. Nelle prime 4 partite la Roma ha segnato 12 gol, in media 3 ogni 90 minuti. Dalla vittoria di Bologna è cambiato tutto: 2 gol contro gli emiliani, 0 contro l’Atalanta, 1 a Lecce ed 1 in Austria contro il Wolfsberger. Il bottino di questo secondo mini ciclo è di solo 4 reti. L’attacco ora è meno efficace, mentre la difesa è cresciuta, 4 gol subiti dalla trasferta del Dall’Ara, contro le 6 delle prime uscite. Per una rivoluzione completa ci vorrà tempo, i 9 infortuni hanno condizionato le scelta di Fonseca, che non ha mai lavorato con la squadra al completo. La Roma per il momento fa la formica, in attesa di tornare cicala e cantare il suo bel gioco. Lo riporta il quotidiano Corriere dello Sport.